EN
DE
IT
FR

LEI FAQ

La domanda in bocca di tutti: Che cos’è un LEI?

L’identificativo della persona giuridica (Legal Entity Identifier: LEI) è un codice alfanumerico composto da 20 cifre che permette un’identificazione chiara e univoca di tutti giuridici impegnati nelle transazioni finanziarie e aumenta la trasparenza sul mercato mondiale. I giuridici impegnati includono banche, fondi, broker e altre istituzioni che partecipano al mercato finanziario. Ogni impresa finanziaria che partecipa a negoziazioni in derivati nel mercato finanziario dal 2013 deve avere un codice LEI per rintracciare le transazioni senza problemi. Il sistema LEI rende possibile und trasparenza maggiore e meno rischi sul mercato finanziario.

Molta teoria, ora un po’ di pratica: Com´è compostato un LEI?

L’Identificativo della persona giuridica (LEI) è un codice alfanumerico composto da 20 cifre. Le prime quattro cifre sono l’identificativo delle Unità operative locali. A queste seguono due cifre come separazione. Poi ci sono le dodici cifre che identificano l’entità. Infine ci sono due cifre di controllo come descritto nello standard ISO 17442.

Di conseguenza il codice LEI è un identificativo che condivide informazioni onnicomprensive. L’identificazione univoca garantisce una tracciabilità rapida e una raccolta di informazioni trasparenti via vari partner di transazione.

Assieme con il LEI vengono pubblicato degli dati prescelti. Tali includono tra l’altro la forma giuridica, la sede legale principale e la data della prima assegnazione LEI. A partire da Maggio 2017 devono essere aggiunti anche le interdipendenze della impresa. Ci sarà un blog distinto per informazioni successive.

Riguarda anche la mia impresa? A chi serve un codice LEI?

Prima di tutto è importante sapere, se si ha bisogno di un codice LEI o se è obbligo. Questo è regolato e deciso dai legislatori nazionali. Al momento, i codici LEI vengono assegnati esclusivamente a partecipanti legali e indipendenti del mercato finanziario, non a persone fisiche. Quindi l’iscrizione nel registro delle imprese è uno dei requisiti per ottenere un codice LEI.

L’Identificativo della persona giuridica pero non serve solo per controllare la sicurezza sui mercati finanziari, ma potrebbe anche sortire effetti positivi sulla impresa. Soprattutto investitori internazionali sono alla ricerca di trasparenza e maggiore accessibilità delle imprese. Il codice LEI contribuisce essenzialmente a questi attributi e serve a facilitare la decisione agli investitori e analisti. Per questi motivi il LEI può essere estremamente interessante per imprese che non sono obbligate a ottenere un codice. Altre informazioni sulle basi e le fonti giuridiche troverà qua.

Ma ora davvero: A che cosa serve il LEI?

Il database LEI è un elenco enorme su quale ognun interessato ha accesso e, di conseguenza, offre una trasparenza del mercato massima. I dati vengono elaborati in modo da capire facilmente e sono accessibili da sia esperti finanziari, che da persone che non hanno alcuno conoscenza del mercato finanziario. L’identificativo della persona giuridica è una innovazione per il controllo del mercato finanziario. Promuove l’integrità del mercato e frodi finanziarie sono scemate grandemente e molto più semplici da indagare.

Il LEI è già parte di varie vigilanze. Un paragone globale rafforza i controlli e ridurre il gestire di rischi entro processi importanti delle imprese. Anche investitori internazionali richiedono sempre più trasparenza e sicurezza. Le ente pubbliche di tanti paesi si fidano sul codice LEI come istrumento per quotare meglio i rischi, migliorare la precisione dei dati finanziari e ridurre abusi di mercato efficacemente.

Come asserito in precedenza, la trasparenza che contribuisce il codice LEI è un significativo passo avanti in un mondo più moderno e digitale con un mercato più coretto. Fondatore e CEO della EQS Group AG Achim Weick ha esposto l’importanza dell’interazione di digitalizzazzione e trasparenza in un recente post sul blog. Clicca qui per saperne di più.

Come posso ottenere un codice LEI?

Per ottenere il suo codice univoco deve richiederlo agli emittenti autorizzati: le unità operative locali [Local Operating Unit (LOU)]. Queste sono autorizzate dalla Global Legal Entity Identifier Foundation (GLEIF) e fungono come prima interfaccia tra la GLEIF e i proprietari LEI.

Deve essere presentata una domanda con dati della entità agli emittenti. I dati poi sono esaminati per escludere l’inserire e pubblicare di dati falsi. Questo processo verifica, che l’impresa non abbia già una LEI, perché è vietato di avere due codici. Una volta completato con successo, il codice LEI è assegnato, notificato alla GLEIF e pubblicato.

Korbinian Schneider
Korbinian est Manager de projet pour l’équipe de service de données et est co-responsable d'EQS LEI MANAGER.
Korbinian is Project Manager in the Data Services Team and co-responsible for the EQS LEI MANAGER.
Korbinian lavora come Project Manager per il team servizi dati ed è corresponsabile per l'EQS LEI MANAGER.
Korbinian arbeitet als Project Manager für das Team Datenservices und ist mitverantwortlich für den EQS LEI MANAGER.
Subscribe
o